Castello sforzesco del Ducato di Milano

Forum del Ducato di Milano sui Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Chi è online?
In totale ci sono 2 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Hank_the_black, Jawa

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 50 il Lun 12 Apr 2010, 23:42
Ultimi argomenti
» Arrivo del nuovo Ambasciatore di Genova
Sab 05 Mag 2018, 15:21 Da Hank_the_black

» L'arrivo del nuovo ambasciatore di Firenze
Gio 03 Mag 2018, 18:16 Da Jawa

» Arrivo di Juan
Mer 28 Feb 2018, 12:19 Da sara8383

» L'arrivo dell'Ambasciatore di Modena
Gio 15 Feb 2018, 20:27 Da Giangaleazzo

» L'arrivo dell'ambasciatore fiorentino
Ven 22 Dic 2017, 16:41 Da SickboyRCM

» Arrivo del Rappresentante Diplomatico di Firenze
Dom 17 Dic 2017, 02:48 Da Amelie_1

» Arrivo di Bosio I Sforza
Lun 20 Nov 2017, 18:53 Da sara8383

» Arrivo del Nunzio Apostolico presso il Ducato di Milano.
Mer 15 Nov 2017, 16:51 Da Pamelita

» L'Arrivo dell'Ambasciatrice del Regno delle Due Sicilie
Sab 04 Nov 2017, 21:21 Da sara8383

» L'Arrivo del Ministro degli Esteri Duosiciliano
Dom 22 Ott 2017, 17:26 Da Alelaide

» Regno delle Due Sicilie
Lun 09 Ott 2017, 23:26 Da Vanni

» Arrivo Dell'Ambasciatrice Lucrezia Vittoria Anastasia Cavaliere di Lintgen
Ven 22 Set 2017, 09:54 Da sara8383

» Arrivo di Sir Aventon
Mar 19 Set 2017, 23:01 Da sara8383

» Arrivo del Referente Diplomatico Rosa
Ven 01 Set 2017, 23:03 Da sara8383

» Arrivo dell'ambasciatrice di Genova
Mer 30 Ago 2017, 09:14 Da Ysabel

» Arrivo del Gran Ciambellano di Genova
Lun 14 Ago 2017, 13:12 Da diablo_97

» Arrivo del Ministro degli Affari Esteri del Regno di Bosnia
Sab 29 Lug 2017, 02:30 Da lachtna

» Arrivata di Diane de Lévignac-Champlecy, ambasciatrice della Provenza
Mar 18 Lug 2017, 21:23 Da Diane...

» Arrivo del Referente Diplomatico
Mar 11 Lug 2017, 19:43 Da Vic.

» Arrivo della nuova Ambasciatrice
Sab 24 Giu 2017, 10:14 Da Selene00


Condividi | 
 

 Ordine dei Cavalieri dello Sparviero - Annullato

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Wuendalina

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 950
Località : Alessandria - Ducato di Milano
Data d'iscrizione : 28.08.08

MessaggioTitolo: Ordine dei Cavalieri dello Sparviero - Annullato   Sab 04 Ott 2008, 22:49

Citazione :
CONCORDATO TRA IL DUCATO DI MILANO E L’ORDINE DEI CAVALIERI DELLO SPARVIERO


Il Ducato di Milano è il luogo in cui il primo nucleo dei Cavalieri è nato e si è consolidato.
Nel Ducato di Milano, i Cavalieri dello Sparviero hanno imparato a conoscere l’amore dei Principi verso il proprio popolo, la cura verso il benessere materiale e spirituale delle genti, la solidarietà verso i bisognosi, la determinazione verso i malvagi.
Con questo Concordato, l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero intende istituire perpetui legami di amicizia e di reciproca assistenza con il Ducato di Milano.

Articolo I

Il Ducato di Milano, anche tenendo conto dell’approvazione del Collegio di Araldica, riconosce l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero come alleato del Ducato di Milano nella promozione di scambi culturali ed economici tra le proprie genti e quelle di altri Principati, nelle attività di contrasto al brigantaggio e nella difesa del proprio territorio.

Per esercitare al meglio la propria missione ed i propri compiti, i Cavalieri dell’Ordine dello Sparviero hanno il diritto di portare armi di qualsiasi natura esse siano, all'interno del Ducato di Milano. Queste armi devono essere portate con orgoglio e saranno visibili a tutti.
Tali armi non potranno, in ogni caso, essere utilizzate per atti delittuosi.

Articolo II

L’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero e tutti suoi membri, si impegnano a rispettare le leggi del Ducato. Anzi mettono a disposizione le proprie energie per partecipare attivamente allo sviluppo dei mercati.
L’ordine si mette a disposizione del Ducato per fare scambi o altre operazioni, come loro abituali funzioni per aiutare la giustizia e la pace tra Principati e Contee.
Essi saranno pagati per tali atti nella proporzione e modalità decisa con il Ducato.

Articolo III

Il Ducato di Milano e l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero, concordano che il ricorso alle armi deve essere considerata l’estrema via di risoluzione di controversie. Per questo l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero si impegna a svolgere funzione pacificatrice tra le parti in conflitto.
Tuttavia di fronte a coloro che conoscono solo la legge del più forte, è necessario rispondere con la forza.
Per questo, i Cavalieri dell'Ordine dello Sparviero si impegnano a proteggere i più deboli e bisognosi e, se necessario, rischiare la propria vita per l’altrui salvezza e libertà.
I Cavalieri dell’Ordine dello Sparviero sono fin ora autorizzati a costituire truppe a difesa delle città del Ducato e a scortare viaggiatori e mercanti.
L'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero è, altresì, autorizzato a costituire gruppi armati, reggimenti o eserciti composti da membri dell’Ordine o rinforzati da volontari per svolgere le proprie missioni.
L'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero si impegna solennemente a concordare con il Capitano ed il Prefetto del Ducato di Milano lo spostamento di truppe dell’Ordine impegnate in azioni di protezione del territorio.
In caso di dichiarazione di guerra o di entrata in vigore della Legge Marziale, l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero si impegna a sostenere l’Esercito e la Prefettura nella adozione di misure difensive anche se questo dovesse comportare sconfinamento in territorio di altri Principati o Contee.
L’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero, si impegna a svolgere azioni offensive di supporto a quelle dell’Esercito se esse sono compiute contro Principati, Contee, organizzazioni e gruppi dichiarati Ostili dall’Ordine.
Le operazioni difensive ed offensive indicate in precedenza, verranno svolte senza alcun riconoscimento di retribuzione.
Allo scopo di meglio raccordare le attività di difesa del territorio del Ducato da briganti e invasori, il Ducato di Milano ospiterà i Cavalieri dell’Ordine dello Sparviero nel Castello di Milano ove essi potranno avere una loro rappresentanza.

Articolo IV

La Duchessa di Milano, Polimnia di Borbone, Viscontessa di Lugano si impegna a rispettare il presente trattato.
Il Gran Maestro dell'Ordine dello Sparviero, Nandus Barone di Mede si impegna a rispettare questo trattato.

Questo Trattato non può essere modificato senza il consenso di entrambe le autorità competenti.


Il presente trattato è scritto in unica versione, l'italiano.
Al presente trattato verranno apposti i sigilli mancanti appena la controparte li avrà preparati.

Firmato a Milano il 4 ottobre dell'anno 1456

A nome del Ducato di Milano:

Polimnia di Borbone, Viscontessa di Lugano, Duchessa del Ducato di Milano
Wuendalina Pucci Guerra, Gran Ciambellano del Ducato di Milano



A nome dell'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero:

Nandus Barone di Mede


_________________


Wuendalina Pucci Guerra, Contessa di Varese
Ambasciatrice del Ducato di Milano

----♦♥♣♠----

Gran Ciambellano dal 27 luglio 1456 all' 8 aprile 1457
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://castellodimilano.forumattivo.com
Wuendalina

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 950
Località : Alessandria - Ducato di Milano
Data d'iscrizione : 28.08.08

MessaggioTitolo: Re: Ordine dei Cavalieri dello Sparviero - Annullato   Gio 04 Dic 2008, 00:29

Trattato completo di sigilli


Citazione :
CONCORDATO TRA IL DUCATO DI MILANO E L’ORDINE DEI CAVALIERI DELLO SPARVIERO


Il Ducato di Milano è il luogo in cui il primo nucleo dei Cavalieri è nato e si è consolidato.
Nel Ducato di Milano, i Cavalieri dello Sparviero hanno imparato a conoscere l’amore dei Principi verso il proprio popolo, la cura verso il benessere materiale e spirituale delle genti, la solidarietà verso i bisognosi, la determinazione verso i malvagi.
Con questo Concordato, l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero intende istituire perpetui legami di amicizia e di reciproca assistenza con il Ducato di Milano.

Articolo I

Il Ducato di Milano, anche tenendo conto dell’approvazione del Collegio di Araldica, riconosce l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero come alleato del Ducato di Milano nella promozione di scambi culturali ed economici tra le proprie genti e quelle di altri Principati, nelle attività di contrasto al brigantaggio e nella difesa del proprio territorio.

Per esercitare al meglio la propria missione ed i propri compiti, i Cavalieri dell’Ordine dello Sparviero hanno il diritto di portare armi di qualsiasi natura esse siano, all'interno del Ducato di Milano. Queste armi devono essere portate con orgoglio e saranno visibili a tutti.
Tali armi non potranno, in ogni caso, essere utilizzate per atti delittuosi.

Articolo II

L’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero e tutti suoi membri, si impegnano a rispettare le leggi del Ducato. Anzi mettono a disposizione le proprie energie per partecipare attivamente allo sviluppo dei mercati.
L’ordine si mette a disposizione del Ducato per fare scambi o altre operazioni, come loro abituali funzioni per aiutare la giustizia e la pace tra Principati e Contee.
Essi saranno pagati per tali atti nella proporzione e modalità decisa con il Ducato.

Articolo III

Il Ducato di Milano e l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero, concordano che il ricorso alle armi deve essere considerata l’estrema via di risoluzione di controversie. Per questo l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero si impegna a svolgere funzione pacificatrice tra le parti in conflitto.
Tuttavia di fronte a coloro che conoscono solo la legge del più forte, è necessario rispondere con la forza.
Per questo, i Cavalieri dell'Ordine dello Sparviero si impegnano a proteggere i più deboli e bisognosi e, se necessario, rischiare la propria vita per l’altrui salvezza e libertà.
I Cavalieri dell’Ordine dello Sparviero sono fin ora autorizzati a costituire truppe a difesa delle città del Ducato e a scortare viaggiatori e mercanti.
L'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero è, altresì, autorizzato a costituire gruppi armati, reggimenti o eserciti composti da membri dell’Ordine o rinforzati da volontari per svolgere le proprie missioni.
L'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero si impegna solennemente a concordare con il Capitano ed il Prefetto del Ducato di Milano lo spostamento di truppe dell’Ordine impegnate in azioni di protezione del territorio.
In caso di dichiarazione di guerra o di entrata in vigore della Legge Marziale, l’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero si impegna a sostenere l’Esercito e la Prefettura nella adozione di misure difensive anche se questo dovesse comportare sconfinamento in territorio di altri Principati o Contee.
L’Ordine dei Cavalieri dello Sparviero, si impegna a svolgere azioni offensive di supporto a quelle dell’Esercito se esse sono compiute contro Principati, Contee, organizzazioni e gruppi dichiarati Ostili dall’Ordine.
Le operazioni difensive ed offensive indicate in precedenza, verranno svolte con il riconoscimento di una retribuzione minima stabilita con il Ducato.
Allo scopo di meglio raccordare le attività di difesa del territorio del Ducato da briganti e invasori, il Ducato di Milano ospiterà i Cavalieri dell’Ordine dello Sparviero nel Castello di Milano ove essi potranno avere una loro rappresentanza.

Articolo IV

La Duchessa di Milano, Polimnia di Borbone, Viscontessa di Lugano si impegna a rispettare il presente trattato.
Il Gran Maestro dell'Ordine dello Sparviero, Nandus Barone di Mede si impegna a rispettare questo trattato.

Questo Trattato non può essere modificato senza il consenso di entrambe le autorità competenti.


Il presente trattato è scritto in unica versione, l'italiano.


Firmato a Milano il 4 ottobre dell'anno 1456

A nome del Ducato di Milano:

Polimnia di Borbone, Viscontessa di Lugano, Duchessa del Ducato di Milano
Wuendalina Pucci Guerra, Gran Ciambellano del Ducato di Milano



A nome dell'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero:

Nandus Barone di Mede




_________________


Wuendalina Pucci Guerra, Contessa di Varese
Ambasciatrice del Ducato di Milano

----♦♥♣♠----

Gran Ciambellano dal 27 luglio 1456 all' 8 aprile 1457
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://castellodimilano.forumattivo.com
Eleinad

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2032
Età : 28
Località : alessandria
Umore : sereno
Data d'iscrizione : 11.09.08

MessaggioTitolo: Re: Ordine dei Cavalieri dello Sparviero - Annullato   Mer 17 Apr 2013, 03:25

Il presente concordato fra il Ducato di Milano e l'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero non è più in vigore dal 7 Maggio 1458 per volore del Gran Maestro dell'Ordine, il Barone di Mede Nandus.

L'Ordine dei Cavalieri dello Sparviero viene sciolto in data 3 Dicembre 1458.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Ordine dei Cavalieri dello Sparviero - Annullato   

Tornare in alto Andare in basso
 
Ordine dei Cavalieri dello Sparviero - Annullato
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Castello sforzesco del Ducato di Milano :: Ingresso del Castello :: Archivio dei Trattati :: Ordini Cavallereschi-
Andare verso: