Castello sforzesco del Ducato di Milano

Forum del Ducato di Milano sui Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Chi č online?
In totale ci sono 7 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 7 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente č stato 50 il Lun 12 Apr 2010, 23:42
Ultimi argomenti
» Arrivo di Juan
Mar 24 Lug 2018, 13:19 Da Juan Armando Domingo

» Arrivo del nuovo Ambasciatore di Genova
Sab 05 Mag 2018, 15:21 Da Hank_the_black

» L'arrivo del nuovo ambasciatore di Firenze
Gio 03 Mag 2018, 18:16 Da Jawa

» L'arrivo dell'Ambasciatore di Modena
Gio 15 Feb 2018, 20:27 Da Giangaleazzo

» L'arrivo dell'ambasciatore fiorentino
Ven 22 Dic 2017, 16:41 Da SickboyRCM

» Arrivo del Rappresentante Diplomatico di Firenze
Dom 17 Dic 2017, 02:48 Da Amelie_1

» Arrivo di Bosio I Sforza
Lun 20 Nov 2017, 18:53 Da sara8383

» Arrivo del Nunzio Apostolico presso il Ducato di Milano.
Mer 15 Nov 2017, 16:51 Da Pamelita

» L'Arrivo dell'Ambasciatrice del Regno delle Due Sicilie
Sab 04 Nov 2017, 21:21 Da sara8383

» L'Arrivo del Ministro degli Esteri Duosiciliano
Dom 22 Ott 2017, 17:26 Da Alelaide

» Regno delle Due Sicilie
Lun 09 Ott 2017, 23:26 Da Vanni

» Arrivo Dell'Ambasciatrice Lucrezia Vittoria Anastasia Cavaliere di Lintgen
Ven 22 Set 2017, 09:54 Da sara8383

» Arrivo di Sir Aventon
Mar 19 Set 2017, 23:01 Da sara8383

» Arrivo del Referente Diplomatico Rosa
Ven 01 Set 2017, 23:03 Da sara8383

» Arrivo dell'ambasciatrice di Genova
Mer 30 Ago 2017, 09:14 Da Ysabel

» Arrivo del Gran Ciambellano di Genova
Lun 14 Ago 2017, 13:12 Da diablo_97

» Arrivo del Ministro degli Affari Esteri del Regno di Bosnia
Sab 29 Lug 2017, 02:30 Da lachtna

» Arrivata di Diane de Lévignac-Champlecy, ambasciatrice della Provenza
Mar 18 Lug 2017, 21:23 Da Diane...

» Arrivo del Referente Diplomatico
Mar 11 Lug 2017, 19:43 Da Vic.

» Arrivo della nuova Ambasciatrice
Sab 24 Giu 2017, 10:14 Da Selene00


Condividi | 
 

 Bosnia

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Murphy_N
Ambasciatore Milanese
Ambasciatore Milanese
avatar

Numero di messaggi : 909
Data d'iscrizione : 23.10.08

MessaggioTitolo: Bosnia   Sab 10 Dic 2011, 23:36

Citazione :
Citazione :


TREATY REGARDING THE STATUTE OF THE AMBASSADORS OF MILAN AND KINGDOM OF BOSNIA


Art. 1

a) The Duchy of Milan recognizes the Kingdom of Bosnia, its institutions and its dignitaries, as an independent, autonomous and sovereign country, part of the Kingdom of Bosnia.
Kingdom of Bosnia recognizes the Ducky of Milan, its institutions and its dignitaries, as an independent, autonomous and sovereign country, part of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicć.

b) The embassy of Milan in Kingdom of Bosnia is considered sovereign territory of the Duchy of Milan.
The embassy of Kingdom of Bosnia in Milan is considered sovereign territory of Kingdom of Bosnia.


Art. 2

a) The Diplomatic Corps of the Duchy of Milan, composed by the Duke, the Gran Chamberlain, the Chancellor and the Ambassador of Milan, has the diplomatic immunity on the whole territory defined belonging to Kingdom of Bosnia.
The Diplomatic Corps of Kingdom of Bosnia, composed by the Count, the Gran Chamberlain, the Chancellor and the Ambassador of Kingdom of Bosnia has the diplomatic immunity on the whole territory defined belonging to the Duchy of Milan.

b) The Duchy of Milan can declare a member of the Diplomatic Corps of Kingdom of Bosnia, excluded the Prince and the Gran Chamberlain, "not welcome person".
This involves the decadence for such member from the status of diplomatic representative in the Ducky of Milan.
Kingdom of Bosnia can declare a member of the Diplomatic Corps of the Duchy of Milan, excluded the Duke and the Gran Chamberlain, "not welcome person".
This involves the decadence for such member from the status of diplomatic representative in Kingdom of Bosnia.
In such case the "not welcome person" has a week to go out of the territory giving hospitality.

c) For diplomatic immunity one intends a recognized privileged subjective juridical situation and guaranteed to some subjects in consideration of their position and institutional function. The effects of the immunities are referable to the fact that this person can’t be judged for all the crimes excluded those foreseen in the following paragraph.

d) For the crimes like as brigandage, assault to the town hall or to the Castle of the capital, the diplomatic representatives of both the contractors are actionable and they will be judged according to the laws effective in the guest province.


Art. 3

a) The Duchy of Milan authorizes the free circulation on all of its territory of the Diplomatic Corps (where for Diplomatic Corps is intended the Gran Chamberlain and the Ambassadors) of Kingdom of Bosnia.
Kingdom of Bosnia authorizes the free circulation on all of its territory of the Diplomatic Corps of the Duchy of Milan (where for Diplomatic body is intended the Gran Chamberlain and the Ambassadors).

b) In case of closing of the Frontiers of one of the contracting parts, the Diplomatic Corps will have to give confirmation of his own presence to the Prefect and the Captain of the guest province who will also have to assure the safety of the foreign Diplomats.
The Diplomatic Corps before completing every action has to receive a pm of reading of the communication.

c) In case of imminent necessity, the Duke of Milan can demand the departure from the Embassy of Kingdom of Bosnia. The ambassador has therefore a week to leave the territory of Milan.
In case of imminent necessity, the Count of Kingdom of Bosnia can demand the departure of the Embassy of Milan. The ambassador has therefore a week to leave the territory of Kingdom of Bosnia.


Art. 4

a) The Duchy of Milan applies itself to protect and to help the Diplomatic Corps of Kingdom of Bosnia on all of its territory and in every situation.
Kingdom of Bosnia applies itself to protect and to help the Diplomatic Corps of the Duchy of Milan on all of its territory and in every situation.

b) The person of the diplomatic representative, recognized as such from the nomination of the Gran Chamberlain or of the Duke himself, is considered inviolable. An attack against him/her or thre missed suitable protection from the guest province constitutes a serious offense to the counterpart.


Art. 5

a) If one of signatory States wishes to annul the present Treaty, it necessarily has to make written declaration of it to the other province. The Treaty will be then considered ended a week after the receipt of the aforesaid communication.

b) Present Treaty is written in three versions, one in Italian, one in English and one in Bosnian. The three versions have got the same value and effect.

Signed at 07.12.1459. in Zenica, Kingdom of Bosnia


In the name of Kingdom of Bosnia:

130664 - Brojček
Grand Duke of Kingdom of Bosnia and Bosnian people




In the name of the Duchy of Milan:

The Duke Lawrence Maxime Pignatelli, Viscount of Sale:






The Great Chamberlain Morfeo Narciso Beccaria, Barone di Scaldasole:




The Ambassador Alberto Decimo Bentivoglio:




Citazione :
TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI DI MILANO E BOSNIA


Articolo primo

a) Il Ducato di Milano riconosce il Regno di Bosnia, le sue istituzioni e le sue cariche, come Stato indipendente, autonomo e sovrano, facente parte del Regno di bosnia.
Il Regno di Bosnia riconosce il Ducato di Milano, le sue istituzioni e le sue cariche, come Stato indipendente, autonomo e sovrano, facente parte del Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae.

b) L'ambasciata del Ducato di Milano nel Regno di Bosnia č cosiderata territorio sovrano del Ducato di Milano.
L'ambasciata del Regno di Bosnia a Milano č considerata territorio sovrano delRegno di Bosnia.


Articolo secondo

a) Il Corpo Diplomatico del Ducato di Milano, composto dal Duca, dal Gran Ciambellano, dal Cancelliere e dall'Ambasciatore Milanese, dispone dell'immunitŕ diplomatica su tutto il territorio definito appartenente al Regno di Bosnia.
Il Corpo Diplomatico del Regno di Bosnia, composto dal Conte, dal Gran Ciambellano, dal Cancelliere e dall'Ambasciatore del Regno di Bosnia dispone dell'immunitŕ diplomatica su tutto il territorio definito appartenente al Ducato di Milano.

b) Il Ducato di Milano puň dichiarare un membro del Corpo Diplomatico del Regno di Bosnia, esclusi il Conte ( Capo di stato ) e il Gran Ciambellano, "persona non grata".
Ciň comporta il decadimento per tale membro dello status di rappresentante diplomatico nel Ducato di Milano.
Il Regno di Bosnia puň dichiarare un membro del Corpo Diplomatico del Ducato di Milano, esclusi il Duca ( Capo di stato ) e il Gran Ciambellano, "persona non grata".
Ciň comporta il decadimento per tale membro dello status di rappresentante diplomatico nel Regno di Bosnia.
In tal caso la "persona non gradita" ha una settimana di tempo per uscire dal territorio ospitante.

c) Per immunitŕ diplomatica si intende una situazione giuridica soggettiva privilegiata riconosciuta e garantita a taluni soggetti in considerazione della loro posizione e funzione istituzionale. Gli effetti delle immunitŕ sono riconducibili alla non processabilitŕ per tutti i reati esclusi quelli previsti dal comma seguente.

d) Per i reati quali il brigantaggio, l’assalto ai municipi o l’assalto al Castello della capitale, i rappresentanti diplomatici di entrambe i contraenti rimangono processabili e saranno giudicati secondo le leggi in vigore nella provincia ospite.


Articolo terzo

a) Il Ducato di Milano autorizza la libera circolazione su tutto il suo territorio da parte del Corpo Diplomatico (ove per corpo Diplomatico si intende Gran Ciambellano e ambasciatori) del Regno di Bosnia .
Il Regno di Bosnia autorizza la libera circolazione su tutto il suo territorio da parte del Corpo Diplomatico del Ducato di Milano (ove per corpo Diplomatico si intende Gran Ciambellano e ambasciatori).

b) In caso di chiusura delle Frontiere di una delle parti contraenti, il Corpo Diplomatico dovrŕ dare conferma della propria presenza al Prefetto e al Capitano della Provincia ospitante che altresě dovranno assicurare l’incolumitŕ dei Diplomatici stranieri.
Il Corpo diplomatico prima di compiere ogni azione deve ricevere un pm di avvenuta lettura della comunicazione.

c) In caso di necessitŕ imminente, il Duca di Milano puň esigere la partenza dell'ambasciata del Regno di Bosnia. L'ambasciatore dispone quindi di una settimana di tempo per lasciare il territorio di Milano.
In caso di necessitŕ imminente, il Duca/Signore/Doge de Regno di Bosnia puň esigere la partenza dell'ambasciata di Milano. L'ambasciatore dispone quindi di una settimana di tempo per lasciare il territorio del Regno di Bosnia.


Articolo quarto

a) Il Ducato di Milano si impegna a proteggere e ad aiutare il Corpo Diplomatico del Regno di Bosnia su tutto il suo territorio e in ogni situazione.
Il Regno di Bosnia si impegna a proteggere e ad aiutare il Corpo Diplomatico del Ducato di Milano su tutto il suo territorio e in ogni situazione.

b) La persona del rappresentante diplomatico, riconosciuto come tale, dalla nomina del Gran Ciambellano o del Duca stesso, č considerata inviolabile. Un attacco contro di essa o una mancata adeguata protezione da parte della provincia ospitante costituisce una grave offesa alla controparte.



Articolo quinto

a)Se una degli Stati firmatari, desiderasse annullare il presente trattato, deve necessariamente farne dichiarazione scritta all'altra Provincia. Il trattato sarŕ allora considerato caduco una settimana dopo la ricezione della suddetta comunicazione.

b)Il presente trattato č scritto in tre versioni, una italiana, una inglese ed una bosniaca. Le tre versioni hanno lo stesso valore ed efficacia.

Firmato a Zenica, Regno di Bosnia il 07/12/1459.

In rappresentanza del Regno di Bosnia:

130664 - Brojček
Granduca del Regno di Bosnia



In rappresentanza del Ducato di Milano:

Il Duca Lawrence Maxime Pignatelli, Visconte di Sale:





Il Gran Ciambellano Morfeo Narciso Beccaria, Barone di Scaldasole:




L'Ambasciatore Alberto Decimo Bentivoglio:




Citazione :
Ugovor u vezi sa statusom veleposlanika Kneževine Milan i Kraljevine Bosne.


Prvi član

a) Kneževina Milan priznaje Kraljevinu Bosnu, njene institucije i njezine zakone, kao nezavisne i suverene Kraljevine.
Kraljevina Bosna priznaje Kneževinu Milan, njene institucije i njezine zakone, kao neovisne i suverene Kraljevine.

b) Veleposlanstvo Kneževine Milan u Kraljevini Bosne se smatra kao suverena teritorija Kneževine Milan.
Veleposlanstvo Kraljevine Bosne u Kneževini Milan se smatra kao suverena teritorija Kraljevine Bosne.


Drugi član

a) Diplomatski kor Kneževine Milan sastavljen od kralja, kneževa, kancelara, Ministra vanjskih poslova i veleposlanika, ima diplomatski imunitet na cijeloj teritoriji koje pripadaju Kraljevini Bosni.
Diplomatski kor Kraljevine Bosne sastavljen od kralja, kneževa, kancelara, Ministra vanjskih poslova i veleposlanika, ima diplomatski imunitet na cijeloj teritoriji koje pripadaju Kneževini Milan.

b) Kneževina Milan može proglasiti člana diplomatskog kora Kraljevine Bosne, osim kralja, kneževa, kancelara i ministra vanjskih poslova, "persona non grata". To dovodi do gubitka statusa diplomatskog predstavnika u Kneževini Milan.
Kraljevina Bosna, može proglasiti člana diplomatskog kora Kneževine Milan, osim kralja, kneževa, kancelara i ministra vanjskih poslava, "persona non grata''. To dovodi do gubitka statusa diplomatskog predstavnika u Kraljevini Bosni.

c) Diplomatski imunitet je subjektivna pravna situacija privilegirana, priznata i garantirana u nekim predmetima zbog institucionalnih lokacija i funkcija. Efekti imuniteta ne vrijede za sve prekršaje osim za navedene.

d) Za kaznena djela kao što je prodaja robe na teritoriju pokrajina domaćina bez dozvole, pljački, napada na Dvorac, ili napad općina, diplomatski predstavnici obje pokrajine biće optuživani i biće im sudjenoo skladu sa zakonima na snazi ??u zemlji domaćina.


Treći član

a) Kneževina Milan dozvoljava slobodno kretanje diljem teritorija za članove diplomatskog kora Kraljevine Bosne.
Kraljevina Bosna omogućava slobodu kretanja širom teritorije za članove diplomatskog kora Kneževine Milan.

b) U slučaju zatvaranja granica jedne od strana ugovornica, diplomatski kor će potvrditi prisustvo Knezu i kapetan domaćina pokrajine koja mora osigurati sigurnost stranih diplomata.
Prije bilo kakve radnje diplomatski kor treba primiti znak čitanja obavijesti.

c)
U slučaju neposredne potrebe, vojvoda Milana može zahtijevati odstupanje od Veleposlanstva Kraljevine Bosne. Veleposlanik stoga ima tjedan dana da napusti teritorij Milana.
U slučaju neposredne potrebe, ban Kraljevine Bosne može zahtijevati odlazak Veleposlanstva u Milanu. Veleposlanik stoga ima tjedan dana da napusti teritorij Kraljevine Bosne.


Četvrti član

a) Kneževina Milan zalaže se za zaštitu i pomoć diplomatskog kora u Kraljevini Bosni, kroz svoju teritoriju i u svakoj situaciji.
Kraljevina Bosna se zalaže za zaštitu i pomoć diplomatskog kora Kneževine Milan na svim svojim teritorijima i u svakoj situaciji.

b) Članak diplomatskog kora se smatra nepovrediv. Napad ili propust da se pravilno zaštiti od strane domaćina pokrajine predstavlja ozbiljan prekršaj u drugoj.


Peti član

a) Ukoliko podnositelj zahtjeva želi otkazati sprazum dvije pokrajine u ovom ugovoru, mora biti proglašen u pisanoj formi i u drugoj pokrajini. Sporazum će se smatrati da je propao nakon tjedan dana od primitka ove obavijesti.

b) Ovaj sporazum je napisan u tri verzije, jedna talijanska, jedna engleska i jedna bosanska. Sve tri verzije imaju istu vrijednost i učinak.


Potpisano dana 07.12 u Zenici, Kraljevina Bosna godine 1459.


S strane Kraljevine Bosne:

130664 - Brojček
Ban Kraljevine Bosne i naroda Bosanskog




S strane Vojvodine Milana:

Il Duca Lawrence Maxime Pignatelli, Visconte di Sale:





Il Gran Ciambellano Morfeo Narciso Beccaria, Barone di Scaldasole:




L'Ambasciatore Alberto Decimo Bentivoglio:

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Bosnia
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Castello sforzesco del Ducato di Milano :: Ingresso del Castello :: Archivio dei Trattati :: Altri Paesi-
Vai verso: