Castello sforzesco del Ducato di Milano

Forum del Ducato di Milano sui Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Chi è in linea
In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 50 il Lun 12 Apr 2010, 23:42
Ultimi argomenti
» L'arrivo dell'Ambasciatore di Modena
Gio 15 Feb 2018, 20:27 Da Giangaleazzo

» L'arrivo dell'ambasciatore fiorentino
Ven 22 Dic 2017, 16:41 Da SickboyRCM

» Arrivo del Rappresentante Diplomatico di Firenze
Dom 17 Dic 2017, 02:48 Da Amelie_1

» Arrivo di Bosio I Sforza
Lun 20 Nov 2017, 18:53 Da sara8383

» Arrivo del Nunzio Apostolico presso il Ducato di Milano.
Mer 15 Nov 2017, 16:51 Da Pamelita

» L'Arrivo dell'Ambasciatrice del Regno delle Due Sicilie
Sab 04 Nov 2017, 21:21 Da sara8383

» L'Arrivo del Ministro degli Esteri Duosiciliano
Dom 22 Ott 2017, 17:26 Da Alelaide

» Regno delle Due Sicilie
Lun 09 Ott 2017, 23:26 Da Vanni

» Arrivo Dell'Ambasciatrice Lucrezia Vittoria Anastasia Cavaliere di Lintgen
Ven 22 Set 2017, 09:54 Da sara8383

» Arrivo di Sir Aventon
Mar 19 Set 2017, 23:01 Da sara8383

» Arrivo del Referente Diplomatico Rosa
Ven 01 Set 2017, 23:03 Da sara8383

» Arrivo dell'ambasciatrice di Genova
Mer 30 Ago 2017, 09:14 Da Ysabel

» Arrivo del Gran Ciambellano di Genova
Lun 14 Ago 2017, 13:12 Da diablo_97

» Arrivo del Ministro degli Affari Esteri del Regno di Bosnia
Sab 29 Lug 2017, 02:30 Da lachtna

» Arrivata di Diane de Lévignac-Champlecy, ambasciatrice della Provenza
Mar 18 Lug 2017, 21:23 Da Diane...

» Arrivo del Referente Diplomatico
Mar 11 Lug 2017, 19:43 Da Vic.

» Arrivo della nuova Ambasciatrice
Sab 24 Giu 2017, 10:14 Da Selene00

» Arrivo del Nunzio Apostolico per il Ducato di Milano.
Sab 24 Giu 2017, 09:13 Da Hispalis

» Arrival of England's Ambassador
Sab 13 Mag 2017, 11:22 Da Melpomena

» Arrivo di Mginevra4
Gio 04 Mag 2017, 16:51 Da Aradia_esperia


Condividi | 
 

 Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico - Annullato

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Wuendalina

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 950
Località : Alessandria - Ducato di Milano
Data d'iscrizione : 28.08.08

MessaggioTitolo: Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico - Annullato   Mar 25 Nov 2008, 18:53

Citazione :
CONCORDATO TRA IL DUCATO DI MILANO E L'ORDINE DEI CAVALIERI DEL TEMPIO ARISTOTELICO

Con questo Trattato, nel rispetto dei dettami della Santissima Chiesa Aristotelica del Ducato di Milano, Sua Grazia, la Duchessa pro tempore, Polimnia di Borbone, Viscontessa di Lugano, riconosce ufficialmente l’Ordine Militare Religioso dei Cavalieri del Tempio Aristotelico, comunemente detto Ordine Templare, rappresentato dal Principe Sovrano Maestro dell'Ordine Frà Panphilo v. Klausen Hohenstaufen di Svevia.

Nel loro desiderio di collaborare insieme, sulla base di una reciproca amicizia e di cooperazione per l'ordine, la giustizia e la sicurezza delle città, l'Ordine dei Templari da una parte e il Ducato di Milano dall'altra, hanno voluto sigillare i loro sentimenti di reciproco rispetto sulla base di quanto segue.

Premessa (Riconoscimento)

Il Ducato di Milano riconosce l’Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico, anche detto Ordine Templare, come soggetto di diritto internazionale Sovrano ed indipendente, servitore e protettore della Chiesa Aristotelica e dei Suoi Principi.

Il Ducato di Milano rispetta la sottomissione dell'Ordine Templare ai dettami di Sua Santità il Papa, della Curia Romana e della Congregazione delle Sante Armate. Per questo motivo, riconosce all'Ordine Templare il diritto di seguire tutte le disposizioni emesse da tali Organi Ecclesiastici, anche in deroga a Trattati o Intese precedentemente stipulati, entro il rispetto delle leggi del Ducato di Milano.

Articolo I - Del Porto delle Armi

I Templari hanno il diritto di portare armi di qualsiasi natura esse siano, all'interno del ducato di Milano. Queste armi devono essere portate con orgoglio e saranno visibili a tutti. Il loro uso sarà nel rispetto del presente Trattato.

Articolo II – Del diritto di passaggio

Il Ducato Di Milano accorda il diritto di libera circolazione ai membri dell’Ordine Templare che operano per il bene dell'umanità, della Chiesa Aristotelica, a nome e gloria di Dio, singolarmente, in gruppi o in formazioni esercito.
L'Ordine dei Templari si impegna solennemente ad informare le autorità interessate di Milano, il Capitano dell'esercito, il Prefetto e lo Sceriffo di tutti i movimenti di gruppi armati o di eserciti dell'Ordine diversi da quelli di movimenti consueti di pattugliamento delle strade e scorta sulle terre del Ducato.

Articolo III - Del beneficio Feudale

Il Ducato di Milano si impegna ad assegnare un beneficio feudale in cui i Cavalieri dell'Ordine Templare potranno edificare, a proprie spese, un Monastero fortificato.
Il Ducato di Milano potrà revocare l'assegnazione di detto feudo nel caso in cui L'Ordine Templare infranga uno degli articoli del presente Trattato.

Articolo IV – Della Rappresentanza

La Duchessa di Milano si impegna solennemente a fornire l'accesso a un rappresentante diplomatico dei Templari al castello. Un ufficio nel settore delle ambasciate sarà messo a loro disposizione in modo che si possano adempiere tutte le procedure di comunicazione previste in codesto Trattato
L'Ordine Templare in via di reciprocità darà accesso al Castello dell'Ordine ad un rappresentante diplomatico del Ducato.

Articolo V – Del Dialogo

Le parti si impegnano reciprocamente a condividere le informazioni in materia di atti criminali, dalla segnalazione di crimini e offese, a comunicare l'identità degli autori di tali atti; l'identità di alleati e di complici dei criminali possono essere scambiate in forma riservata, in un clima di cooperazione tra la Prefettura del Ducato di Milano ed il rappresentante dell’Ordine Templare.

Articolo VI - Della Protezione

Il Ducato di Milano riconosce e difende l’Ordine Templare, le sue Regole, le sue tradizioni ed i suoi Princìpi, in cambio l’Ordine si impegna, dietro richiesta del Duca, ad aiutare l’Esercito e la Polizia nella difesa del Ducato di Milano da qualsivoglia attacco interno od esterno mirato alla destabilizzazione dello stato legittimo.
Tale attività di difesa sarà fornita senza alcun riconoscimento di retribuzione e potrà essere svolta sia attraverso vie diplomatiche, sia attraverso azioni militari.
Le modalità di ogni intervento militare dell'Ordine entro i confini del Ducato di Milano saranno stabilite di comune accordo dallo Stato Maggiore del Ducato e dall' Alto Comando Militare dell'Ordine.

Articolo VII - Del mantenimento della pace

Se Milano è attaccata o minacciata, l’Ordine Templare eserciterà le sue prerogative al fine di fare tutto il possibile per evitare conflitti.
In tempo di pace, L'Ordine Templare si impegnerà a proteggere i più deboli e bisognosi a costo di rischiare la loro vita se necessario. In nessun caso sarà richiesto all'Ordine Templare un intervento armato al di fuori dei confini del Ducato di Milano o rivolto contro altre unità appartenenti all'Ordine o in aperto contrasto con i Principi della Chiesa Aristotelica.

Articolo VIII – Dell’ordine Pubblico

L'Ordine Templare potrà prestare il suo aiuto sotto qualsiasi forma al Ducato di Milano in caso si verificassero gravi eventi criminosi perpetrati da singoli o bande armate. Il Prefetto potrà, previa autorizzazione del Duca, prendere contatto con l'Abate del Monastero del Ducato di Milano per definire, di comune accordo, le modalità dell'intervento.

Articolo IX - Delle transazioni pecuniarie


I Templari parteciperanno attivamente ad attività economiche e scambi commerciali, inoltre potranno prestare il loro aiuto per effettuare scambi o altre operazioni per conto del Ducato stesso, al fine di aiutare la giustizia e la pace delle Province. [aggiungiamo che per far questo abbiamo l'autorizzazione di operare sul mercato]
Essi saranno pagati per tali atti nella proporzione concordata con il Ducato.
Questo denaro sarà utilizzato per aiutare i poveri e i bisognosi, secondo i dettami della fede aristotelica.

Articolo X – De l’isonomia

I membri dell’ordine sono tenuti a rispettare tutte le leggi del Ducato di Milano fatta eccezione per i privilegi riconosciuti dal presente concordato.

Articolo XI – Dei delitti e delle pene

Le sentenze emesse dai tribunali dell'Ordine Templare contro membri dell'Ordine stesso , se non contrarie alla carta della Prefettura e non lesive dei diritti sanciti dal Codice Legislativo di Milano, dagli organi di giustizia interna dello stesso, potranno essere rese esecutive dal giudice dl ducato di Milano nel rispetto delle regole imperiali e delle leggi del ducato.

Articolo XII- Delle Controversie

Questo Trattato non può essere modificato senza il consenso di entrambe le autorità competenti, l’Ordine dei templari e il Ducato di Milano.
Nel caso in cui sorgano difficoltà di interpretazione o di applicazione degli articoli precedenti, o si rendesse necessaria una modifica al presente Trattato, l'Ordine Templare e il Ducato di Milano, conferiranno l'incarico di trovare un’amichevole soluzione ad una Commissione paritetica da loro nominata. Detta commissione sarà composta da cinque membri designati dal Consiglio del Ducato e cinque designati dall'Ordine Templare. Qualsiasi decisione della commissione dovrà essere presa tramite scrutinio a maggioranza qualificata (7 voti favorevoli su 10 votanti).

Articolo XII – Dell’Impegno reciproco

Il Duca del Ducato di Milano, si impegna a rispettare il presente Trattato.
Il Principe Sovrano Maestro dell'Ordine Templare si impegna a rispettare questo Trattato.



Firmato a Milano il 23 Novembre dell'anno 1456

A nome del Ducato di Milano:

Polimnia di Borbone, Viscontessa di Lugano, Duchessa del Ducato di Milano
Wuendalina Pucci Guerra, Gran Ciambellano del Ducato di Milano




A nome dell'Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico:

Monsignor Frà Panphilo von Klausen Hohenstaufen di Svevia, XXV Principe Sovrano Maestro dell'Ordine del Tempio Aristotelico anche detto Ordine Templare

Sir Gordon Bridge Hohenstaufen di Svevia d'Asburgo Lorena, Abate Templare del Monastero di Milano



_________________


Wuendalina Pucci Guerra, Contessa di Varese
Ambasciatrice del Ducato di Milano

----♦♥♣♠----

Gran Ciambellano dal 27 luglio 1456 all' 8 aprile 1457
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://castellodimilano.forumattivo.com
Mariaiolanda

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1157
Località : La Spezia
Data d'iscrizione : 27.01.09

MessaggioTitolo: Re: Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico - Annullato   Dom 21 Feb 2010, 16:18

Citazione :
Io Maria Jolanda Stibbert, Gran Ciambellano del Ducato di Milano, comunico che il Duca e il Consiglio del Ducato di Milano hanno deciso di revocare il trattato esistente tra il Ducato di Milano e l'Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico.

Il Duca ed il Consiglio desiderano chiarire che con questa decisione non vogliono rinnegare l'impegno di tutti quei cittadini milanesi che sono Templari e che hanno spesso contribuito alla difesa delle città con dedizione. A questi va tutta la riconoscenza e l'ammirazione del Consiglio e del Ducato intero.
Peraltro, la possibilità di discutere in futuro un nuovo accordo migliore di quello precedente non viene esclusa.

All'Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico, se lo ritiene opportuno, vengono riservati 4 giorni di tempo per presentare le controdeduzioni, nella persona di un suo rappresentante ufficialmente riconosciuto.

Fatto in Milano il ventunesimo giorno del mese di Febbraio 1458

Maria Jolanda Stibbert
Gran Ciambellano del Ducato di Milano

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico - Annullato
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ordine dei Cavalieri del Tempio Aristotelico - Annullato
» Ordine dei Cavalieri dei Dragoni - Annullato
» Ordine dei Cavalieri dei Leoni d'Oro
» Arrivo del Gran Maestro dell'Ordine dei Cavalieri dei Leoni d'Oro
» Ordine Teutonico

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Castello sforzesco del Ducato di Milano :: Ingresso del Castello :: Archivio dei Trattati :: Ordini Cavallereschi-
Andare verso: